Skip to content

Abbassati, Riparati e Reggiti!

“Abbassati, Riparati e Reggiti” è la procedura più appropriata da seguire durante un terremoto, sia per ridurre gli infortuni sia per ridurre le morti. Questa è l’opinione comune degli esperti delle agenzie federali, regionali e locali per la gestione delle emergenze ed anche di organizzazioni ufficiali che si occupano delle procedure operative. Lo ShakeOut è una opportunità per imparare a proteggersi durante un terremoto. Questa pagina ci elenca i consigli da seguire e quelli da evitare.

PROTEGGI TE STESSO, SPARGI LA VOCE.

Diverse squadre di soccorso ufficiali inviate in zone terremotate e in zone ancora più disastrose, hanno riconosciuto nella procedura “Abbassati, Riparati e Reggiti” il corretto protocollo da seguire in caso di terremoto:

  • ABBASSATI (prima di essere travolto dal terremoto!),
  • RIPARATI sotto una scrivania o sotto un tavolo, e
  • REGGITI ad esso fino alla fine del sisma.

I Vigili del Fuoco della Contea di Los Angeles dimostrano la procedura
"Abbassati, Riparati e Reggiti"


Se nelle vicinanze non vi sono tavoli o scrivanie, abbassati ed avvicinati all’angolo interno dell’edificio. Riparati la testa ed il collo con le mani e le braccia. Non correre in un’altra stanza solo per avvicinarti ad un tavolo.

Esistono linee guida per la maggior parte delle situazioni. Le vostre reazioni dipendono anche dal luogo in cui vi trovate (a letto, in macchina, al cinema). Alcuni suggerimenti sono elencati nel punto 5 del manuale “Sette Consigli per la Sicurezza Durante i Terremoti”.


Apprendi la procedura “Abbassati, Riparati e Reggiti” da
MySafeLA.org

Lo scopo primario non è quello di muoversi ma di proteggersi immediatamente nel miglior modo possibile. I terremoti si manifestano senza preavviso e la loro violenza potrebbe impedirti di correre o di strisciare a terra. In ogni caso, le scosse sismiche tendono a buttarti a terra ovunque ti trovi. Non si è mai sicuri se la prima scossa sia anche l’inizio di una scossa ancora più forte. Bisogna attivare le procedure "Abbassati, Riparati e Reggiti" immediatamente!

Inoltre, negli ultimi decenni, numerosi studi hanno indicato che gli infortuni e le morti causate dai terremoti negli Stati Uniti sono provocate dalla caduta di oggetti (televisori, lampade, vetro, librerie, ecc.) e non dal crollo degli edifici. La procedura Abbassati, Riparati e Reggiti offre il maggior livello di protezione nella maggior parte delle situazioni.

Come in tutto la pratica porta alla perfezione. Esercitati ad attivare la procedura “Abbassati, Riparati e Reggiti” per acquisire maggior agilità durante un terremoto.


Cose da NON fare:

NON rimanere sulla soglia della porta! Una leggendaria foto delle macerie di una casa devastata dal terremoto, mostrano solo una parte integra della casa: lo scheletro della porta. Questo ha portato a farci identificare come sicuro questo posto, ma ciò è errato. Nelle case moderne e negli edifici costruiti recentemente, la soglia della porta non è affatto un posto sicuro. Seguendo questo falso mito, è impossibile proteggersi dagli oggetti in movimento. Per questi motivi è necessario ripararsi sotto un tavolo.

NON correre fuori! È pericoloso correre durante un terremoto poiché il movimento della terra provoca mancanza di equilibrio e possibilità di cadute o di ferite. Correre è rischioso poiché i componenti che costituiscono gli edifici potrebbero crollarti addosso. È molto più sicuro rimanere all’interno e ripararsi sotto un tavolo.

NON credere al “triangolo della vita”! Negli anni passati è stata resa nota una e-mail nella quale si elencavano una serie di procedure rischiose da seguire in caso di terremoto. La fonte di queste notizie è stata screditata da validi esperti. Leggi la nostra relazione per apprenderne di più.

Risorse


il 16 ottobre alle ore 10:16
©2014 SCEC Southern California Earthquake Center @ USC
Il grande ShakeOut della Sud Italia Step 1: Secure it now! Step 2: Make a plan Step 3: Make disaster kits Step 4: Is your place safe? Step 5: Drop, Cover, and Hold On Step 6: Check it out! Step 7: Communicate and recover!